LE INFRASTRUTTURE: UN MERCATO IN CRESCITA

L’URBANIZZAZIONE QUALE SFIDA PER L’INFRASTRUTTURA GLOBALE

Attualmente sulla Terra vi sono circa 7,7 miliardi di persone: un numero che aumenta di 10.000 ogni ora.* Ognuna di queste persone desidera avere una prospettiva futura: lavoro, istruzione e benessere. Di conseguenza, sempre più persone si spostano verso le città, vere e proprie aree di proiezione per questi bisogni elementari. Il risultato è una delle più grandi sfide del nostro tempo: l'espansione e lo sviluppo costante delle infrastrutture.

Nel 1980 a livello mondiale la percentuale di individui che vivevano nelle città era ancora del 39%, mentre oggi più della metà della popolazione mondiale vive nelle metropoli.* Ogni settimana, le città di tutto il mondo aumentano di 1,5 milioni di individui, e secondo le Nazioni Unite, l’incremento toccherà i due miliardi entro il 2050.* Un fenomeno di urbanizzazione di tale portata determinerà la presenza di aree di agglomerazione con milioni di persone. Mentre nel 1960 nel mondo si contavano solo poco più di cento città con milioni di abitanti, oggi ve ne sono quasi cinque volte di più; tra queste si possono annoverare 37 “megalopoli” con oltre dieci milioni di abitanti, delle quali le otto più grandi sono in Asia.*

L’INFRASTRUTTURA – LA SPINA DORSALE DELLA NOSTRA SOCIETÀ/h3>

Tutti necessitano di infrastrutture. Grazie ad esse possiamo contare ogni giorno su acqua pulita, strade e percorsi moderni per trasportare merci in modo rapido, efficiente e quanto più possibile ecocompatibile, su energie ecosostenibili, su tecnologie per la comunicazione sempre più rapide, e su un tessuto sociale che mira al mantenimento della nostra salute e assicura il nostro futuro mediante la formazione.

Il più recente studio delle venti maggiori potenze economiche (G20) sulla necessità di investimenti nel settore delle infrastrutture (“Global Infrastructure Outlook”) presuppone che i costi per l’approntamento di infrastrutture moderne volte a tenere il passo con i cambiamenti economici e demografici globali previsti tra il 2007 e il 2040 ammonteranno a 94 bilioni di dollari statunitensi.* Al fine di finanziare questa immensa necessità di investimenti, le istituzioni statali della maggior parte delle nazioni sono sopraffatte da una situazione di bilancio generalmente tesa.

I DEFICIT INFRASTRUTTURALI RALLENTANO LA CRESCITA

Le città offrono lavoro e opportunità di istruzione. Si vengono a creare i ceti medi, il consumo diventa accessibile. Oggi, l’85% del valore aggiunto globale viene generato nelle città. * La Banca Mondiale rileva che solo i Paesi soggetti al processo di urbanizzazione hanno potuto e possono ottenere uno status di reddito medio.

Questa dinamica rappresenta anche una delle maggiori sfide del nostro tempo: quella legata alle infrastrutture, che devono tenere il passo dell’enorme incremento della popolazione e della produzione economica.

Se manca un'infrastruttura adeguata, manca già oggi la spina dorsale della nostra società. E domani, al più tardi, mancheranno prospettive per il futuro.

L’ESIGENZA DI CAPITALE SI CONIUGA CON LA RICERCA DI GUADAGNI STABILI E PREVEDIBILI

I governi di tutto il mondo hanno riconosciuto questa discrepanza e spingono verso il coinvolgimento di finanziatori privati, spesso nel contesto di Public-Private-Partnership (PPP). Data l’attuale situazione presente sui mercati internazionali dei capitali - bassi tassi di interesse, elevato debito pubblico, aspri conflitti politici - queste intenzioni riscontrano un grande interesse da parte degli investitori. Gli investimenti infrastrutturali che promettono rendimenti stabili e prevedibili con profitti scarsamente o per nulla paragonabili ad altre classi di attività a fronte di un rischio calcolabile soddisfano quindi i requisiti essenziali dei grandi investitori quali compagnie di assicurazione, fondi pensione e fondazioni. Pertanto, l’importanza di finanziare progetti infrastrutturali da parte di investitori privati e istituzionali continuerà ad aumentare.

Asia - The new global powerhouse

Expertise

Leader

Nel 2050 Cina e India saranno le principali potenze economiche del mondo.*

Expertise

DINAMISMO

L'Asia rappresenta attualmente il 35% della produzione economica mondiale. Entro il 2050, sarà pari al 52%.*

Expertise

Forza

Nel 2017, 8 dei 10 Paesi in più rapida crescita del mondo sono in Asia.*

Expertise

Energia

Un terzo del consumo energetico mondiale è in Asia. Nel 2050 sarà oltre la metà.*

Expertise

Crescita

Oggi 6 persone su 10 nel mondo vivono in Asia. Nel 2017 saranno circa 4,5 miliardi.*

L’ASIA È AL LIMITE DELLE PROPRIE CAPACITÀ INFRASTRUTTURALI

L’Asia cresce in maniera inarrestabile, grazie anche a un’economia che cresce più del doppio delle altre economie mondiali. La sua popolazione aumenta più rapidamente di tutti gli altri continenti. E l’industrializzazione, un processo che nel mondo occidentale è durato due secoli, sta attualmente interessando l’Asia in tempi rapidissimi. Non a caso, infatti, il XXI secolo è definito “Asian Century”.

Allo stesso tempo l’Asia, deve fare i conti con grandi sfide: è al limite delle sue capacità infrastrutturali e necessita urgentemente di potenziare ulteriormente le proprie infrastrutture.

I bilanci pubblici asiatici sono sopraffatti dai giganteschi requisiti patrimoniali necessari al fine di espandere le infrastrutture nei settori dell’energia, delle utenze, delle infrastrutture sociali, dei trasporti e delle telecomunicazioni. Pertanto, negli ultimi anni i governi di molti Paesi asiatici hanno cambiato paradigma.

Le economie asiatiche si stanno allontanando sempre più da un finanziamento infrastrutturale esclusivamente statale e stanno facendo un uso crescente di soluzioni di finanziamento alternative. Per questo le operazioni prevedono il coinvolgimento di investitori privati e investitori di capitali. Inoltre, sempre più Stati asiatici stanno abbandonando quella che una volta era un’economia chiusa vista la preclusione dei propri mercati e si stanno rivolgendo a una politica economica cosmopolita e guidata dal mercato con incentivi agli investimenti, agevolazioni fiscali e concessioni all’importazione.

L’INFRASTRUTTURA IN ASIA: L’OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO PER GLI INVESTITORI ORIENTATI ALLA CRESCITA

Il mercato delle infrastrutture in Asia combina oggi uno dei più antichi modelli di business che l’umanità abbia mai conosciuto con la regione economica in più rapida crescita al mondo, rendendolo oggi uno dei mercati in crescita più attraenti per gli investitori.

Questi non si limitano a prendere parte al continuo sviluppo economico positivo dei Paesi emergenti asiatici, nuovamente confermato con previsioni di crescita elevate nelle ultime prospettive economiche dell’Asian Development Bank. Beneficiano piuttosto dei vantaggi originari correlati agli investimenti infrastrutturali, che contribuiscono a stabilizzare un portafoglio quale soluzione di diversificazione riducendo il rischio di perdita e volatilità, aumentando il potenziale di rendimento e, allo stesso tempo, aumentando in modo sostenibile il cashflow del portafoglio.


Infrastruttura.

Indispensabile. Sostenibile. Redditizia.


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. Weitere Informationen

Die Cookie-Einstellungen auf dieser Website sind auf "Cookies zulassen" eingestellt, um das beste Surferlebnis zu ermöglichen. Wenn du diese Website ohne Änderung der Cookie-Einstellungen verwendest oder auf "Akzeptieren" klickst, erklärst du sich damit einverstanden.

Schließen