11.2020

ThomasLloyd nuovamente con un’ottima valutazione nel rapporto di valutazione UN PRI 2020

Zurigo, 30 novembre 2020. In qualità di firmatario dei UN Principles for Responsible Investment (UN PRI), ThomasLloyd è stata nuovamente sottoposta ad una valutazione delle sue attività di gestione finanziaria da parte dell’UN PRI. Sono state valutate due categorie, “Strategy & Governance” e, nell’ambito della gestione “Infrastrutture”, che sono state inserite in un confronto settoriale. La valutazione del principale sostenitore indipendente al mondo dell’investimento responsabile è ancora una volta eccellente: nella categoria “Strategy & Governance” (in scala decrescente di A+, A, B, C, D, E) con 27 punti su 30 ovvero una A, nel settore delle infrastrutture con 30 punti su 30 è stato raggiunto il punteggio massimo di A+. Ulteriori dettagli sono contenuti nel rapporto completo. Gli obiettivi specifici e la metodologia della valutazione, che viene effettuata a intervalli regolari, si trovano in questo link.

UN PRI Assessment Report 2020 (PDF)

11.2020

NUR DE: Gastbeitrag von Chairman und Group CEO Michael Sieg – ThomasLloyd in FINANZ und WIRTSCHAFT

10.2020

ThomasLloyd expands management team in Zurich in the area of business development and sales support

Zurich, October 23, 2020. The global Impact Asset Manager ThomasLloyd is strengthening its management team in Zurich with Manuela M. Froehlich. As Managing Director, Head of Business Development and Sales Support EMEA, the seasoned and accomplished professional will further develop both the sales activities of the group and its recently launched digital investment platform for sustainable assets and she will design the platform with a view to meeting current client needs. She is ideally qualified to do so, having held similarly challenging positions, most recently as Global Head of Business Development for the LRI Group, an investment services company based in Luxembourg that structures and manages alternative investment strategies for asset managers and investors. Prior to that, she worked for the Aquila Group, a pan-european alternative investment manager in the area of real assets.

Manuela M. Froehlich is also a co-founder of Fondsfrauen, the largest German-speaking career network for women in the fund and finance industry. Therefore, she is well connected and established in the European financial sector. “It is a very exciting time to join a leading independent asset manager and impact investor, that is a pioneer in sustainable infrastructure and climate financing in Emerging Markets. Its unique investment solutions are tailored to a wide range of private and institutional investors and deliver a meaningful impact. ThomasLloyd’s ambitious plans are very motivating and I am delighted about the opportunity to contribute to this success story with all my expertise, experience and lots of passion!”,” said Manuela M. Froehlich.

“She enhances and completes our management team in several respects: On one hand, Ms. Froehlich is an experienced leader with a talent for action, who has already proven herself several times with her expertise and client contacts. On the other hand, she is well-versed with the needs of our core clients which includes financial intermediaries, private banks, asset managers and family offices, as well as institutional investors and public institutions. Surely, she will contribute into our major leap in building new business relationships,” commented T.U. Michael Sieg, Group CEO of ThomasLloyd on the new addition. “She will build and lead a key team in Zurich that is expected to grow into a total of 25 professionals in the coming months,” he added.

Press information (PDF): ThomasLloyd expands management team in Zurich in the area of business development and sales support

Download picture: Manuela M. Fröhlich

07.2020

“Negros Occidental gets Swab Mobile” – ThomasLloyd in the SunStar Bacolod

In a turnover ceremony, Governor Bong Lacson received the mobile swabbing unit donated by BioPower and ThomasLloyd in the fight against Covid-19. The swab mobile aims to protect medical workers and enhance response time of swab testing.

Article in the SunStar Bacolod

07.2020

LuxFLAG assegna l’Environment Label a ThomasLloyd

A seguito di una rigorosa valutazione da parte dell’agenzia di certificazione LuxFLAG, ThomasLloyd SICAV – Sustainable Infrastructure Income Fund (TL SIIF) ha ottenuto il marchio ambientale. ThomasLloyd continua a essere leader di mercato per gli investimenti socialmente ed ecologicamente responsabili e TL SIIF è solo uno dei nove fondi che hanno ricevuto il marchio ambientale fino ad oggi.

Criteri di selezione del marchio ambientale

Per maggiori informazioni: www.luxflag.org

06.2020

Investire in modo sostenibile, con la massima leva – ThomasLloyd per Finanzwelt

I beni reali sostenibili offrono agli investitori la stabilità necessaria in tempi di crisi globale da coronavirus. Lo conferma Michael Sieg, Presidente e CEO del Gruppo ThomasLloyd, in un’intervista con Finanzwelt. La sua raccomandazione: incrementare la stabilità e resilienza alle crisi del portafoglio, concentrandosi maggiormente su beni reali, in particolare sulle infrastrutture. La gestione patrimoniale sostenibile di ThomasLloyd, seguendo una strategia multi-asset, investe ad esempio in un ampio portafoglio internazionale di progetti sostenibili e a prova di crisi, riducendo così non solo la volatilità e il rischio di perdite, ma anche aumentando il potenziale di rendimento attraverso cashflow regolari.

Sieg descrive anche l’importanza crescente che gli aspetti della sostenibilità stanno acquisendo tra gli investitori privati e quelli istituzionali. Conseguentemente, un numero sempre maggiore di investitori sarebbe giunto alla conclusione che il settore pubblico non è in grado di effettuare da solo gli investimenti necessari per la protezione del clima. Questo si ripercuoterebbe positivamente sulla crescita del portafoglio di ThomasLloyd in India e nelle Filippine: in entrambi i Paesi si potrebbe conseguire il massimo vantaggio possibile per l’ambiente e la società grazie a investimenti infrastrutturali.

Contributo di ThomasLloyd per Finanzwelt

06.2020

ThomasLloyd SICAV – Sustainable Infrastructure Income Fund listed on Luxembourg Stock Exchange

Zurich, June 16, 2020. With effect from Monday, 15th June 2020 ThomasLloyd SICAV – Sustainable Infrastructure Income Fund (SIIF) will be listed on the Luxembourg Stock Exchange with a range of share classes approved for trading on the EU-regulated Bourse de Luxembourg (BdL) market. The SIIF is an open-ended Alternative Investment Fund (AIF) domiciled in Luxembourg and structured as a SICAV (UCI Part II) and subject to the UCITS V Directive depositary regime. The SIIF is the world’s first fully regulated, open-ended public infrastructure fund.

The objective of the Fund is to achieve an attractive risk-adjusted return across all market conditions through financing, owning and operating a diversified portfolio of high-quality sustainable infrastructure assets that will generate regular income and capital appreciation for its shareholders. In seeking to achieve this objective, the Fund will invest directly via equity and debt instruments in unlisted infrastructure assets in the areas of renewable energy, utilities, transport, social infrastructure and communication with a geographic focus on developing and emerging markets applying socially responsible investment principles (SRI) and reducing investment risks through diversification across countries, sectors, technologies and investment styles. Since the launch of the portfolio in January 2011, the investment strategy has enjoyed double-digit annual rates of return whilst simultaneously offering low volatility.

The SIIF will also be admitted onto the Luxembourg Green Exchange (LGX), the world’s first and leading platform dedicated exclusively to sustainable financial instruments. The platform promotes investment in ESG, Green and Social Funds providing the Fund can demonstrate guarantees of superior quality and credibility through holding an independent label. The SIIF was awarded the LuxFLAG Environment label in July 2019 in recognition of the rigorous investment strategy and the integration of ESG factors into the investment process of the Fund and will be displayed on the Green segment of the LGX.

Chairman and Group CEO of the ThomasLloyd Group T.U. Michael Sieg commented, ‘ThomasLloyd’s pure-play impact investment strategy is aimed at an increasing number of global investors who seek a capital investment that is guaranteed to make a positive environmental and social impact, in addition to its economic objective’.

Press information (PDF): ThomasLloyd SICAV – Sustainable Infrastructure Income Fund listed on Luxembourg Stock Exchange

 

06.2020

Investire in infrastrutture per una ripresa – ThomasLloyd per FINANZ und WIRTSCHAFT

Nella sua edizione online, FINANZ und WIRTSCHAFT ha fatto riferimento sugli effetti positivi della pandemia da coronavirus sull’ambiente e sulle opportunità da ciò derivanti. In un commento dal titolo “Investire in infrastrutture per la ripresa”, Michael Sieg, presidente e CEO del Gruppo ThomasLloyd, descrive come gli investimenti nelle infrastrutture creino posti di lavoro e benessere e quindi costituiscano la base per la prosperità futura.

Per Sieg, la costruzione della società del futuro non richiede compromessi tra economia ed ecologia. Al contrario, entrambe potrebbero essere riconciliabili. In questo contesto, agli investimenti infrastrutturali sostenibili verrebbe riconosciuto un ruolo centrale dato che essi, da un lato, sono fondamentali per il funzionamento di un’economia moderna e dall’altro si ripercuotono direttamente e positivamente sulla qualità della vita. Essi creano un effetto leva decisivo per aumentare la produttività, generare reddito e sicurezza e garantire il benessere delle generazioni future.

Contributo di ThomasLloyd per “FINANZ und WIRTSCHAFT”

05.2020

La qualità degli investimenti sostenibili: ThomasLloyd per il Neue Zürcher Zeitung (NZZ)

Nella sua edizione domenicale, la Neue Zürcher Zeitung (NZZ) ha riferito che il volume di investimenti è in continua crescita, ma al contempo ha sollevato la carenza di trasparenza in questo settore.

Con il titolo “Quando solo la facciata è verde”, il principale quotidiano svizzero illustra come alcuni fondi di investimento abuserebbero del loro marchio ecologico, fuorviando i loro investitori con promesse non realizzabili. Data l’assenza di standard internazionali, per gli investitori privati sarebbe quasi impossibile, senza la consulenza di esperti esterni, farsi un’idea chiara della qualità degli investimenti sostenibili.

In questo contesto Michael Sieg, presidente e CEO del Gruppo ThomasLloyd, descrive le conseguenze negative del cosiddetto “green washing”: “Quando la fiducia nei prodotti finanziari sostenibili viene meno, ciò non solo va a discapito dell’industria finanziaria, ma ostacola anche il conseguimento degli obiettivi climatici che ci siamo posti come società”.

NZZ 17/05/2020: “Quando solo la facciata è verde”

04.2020

Economia sostenibile – ThomasLloyd per la Frankfurter Allgemeine Zeitung

Nella sua edizione di ieri, la Frankfurter Allgemeine Zeitung ha riferito della crescente domanda di “business verde” e di aziende che si concentrano sulla salvaguardia dell’ambiente e sulla responsabilità sociale, sull’agricoltura ecologica e su fornitori locali. Con il titolo “Finalmente usciti dalla nicchia ecologica?” il principale quotidiano tedesco descrive i progressi compiuti in una vasta gamma di settori.

In questo contesto viene menzionato anche il Gruppo ThomasLloyd che investe esclusivamente in progetti infrastrutturali sostenibili, soprattutto nei mercati emergenti, dove giocano un ruolo particolarmente importante anche gli aspetti sociali. Michael Sieg Presidente e CEO prevede che anche in futuro i prodotti finanziari sostenibili continueranno ad offrire ottimi rendimenti: “Investitori privati e istituzionali vi aumentano stabilmente l’allocazione di portafoglio”.

FAZ 05/04/2020: Finalmente usciti dalla nicchia ecologica?

03.2020

Investire con il massimo impatto – ThomasLloyd per FINANZ und WIRTSCHAFT

Nella sua edizione attuale, FINANZ und WIRTSCHAFT ha riferito del cambio di mentalità della società e degli investitori a seguito degli effetti negativi del cambiamento climatico. In un contributo dal titolo “Investire con il massimo impatto” Michael Sieg, Presidente e Group CEO di ThomasLloyd, spiega come investitori privati e istituzionali sarebbero giunti alla conclusione che la pubblica amministrazione non può effettuare da sola gli investimenti necessari per la salvaguardia del clima. Questo varrebbe in particolare per gli investimenti infrastrutturali nei Paesi emergenti.

In questo contesto viene descritto il crescente fabbisogno di investimenti infrastrutturali nelle economie emergenti in Asia. Sullo sfondo della forte crescita della popolazione e dell’urbanizzazione in aumento, questo crea interessanti opportunità di investimento per investitori orientati al rendimento e alla sostenibilità. Mentre gli investitori istituzionali sono impegnati già da anni come finanziatori nel settore infrastrutturale sostenibile, ora anche gli investitori privati stanno recuperando terreno. Essi sanno che il loro capitale genera il massimo impatto climatico nei Paesi emergenti e in via di sviluppo.

Contributo di ThomasLloyd per FINANZ und WIRTSCHAFT

03.2020

L’Impact Asset Manager ThomasLloyd registra un nuovo picco di finanziamenti di progetti propri dedicati al clima

Acquisizione di nuovi depositi di oltre 330 milioni di Euro

Zurigo, 9 marzo 2020. Nell’esercizio 2019 l’impact investor nonché finanziatore climatico ThomasLloyd, con le sue soluzioni di investimento sostenibili, ha acquisito fondi per di 339 milioni di Euro, che rispetto all’anno precedente rappresenta un considerevole aumento del 63% (2018: 209 milioni di euro). I fondi acquisiti sono affluiti all’azienda prevalentemente dai suoi mercati principali europei.

Per il secondo anno consecutivo, ThomasLloyd è quindi in testa alla classifica di investimenti in beni materiali pubblicata annualmente sulla stampa specializzata tedesca. Il fatturato incluso in questa valutazione comprende le obbligazioni per le infrastrutture (“Green Bonds”) nonché i fondi infrastrutturali chiusi e aperti (FIA) emessi o costituiti rispettivamente in Liechtenstein e in Lussemburgo, nonché soluzioni di investimento sostenibili strutturate.

“Risulta evidente come l’avanzare del cambiamento climatico e le conseguenze negative che ne derivano per un ambiente intatto – il fondamento della nostra esistenza – hanno condotto ad un mutamento di consapevolezza su larga scala, anche tra gli investitori. Tematiche di investimento sostenibile focalizzate su progetti infrastrutturali ecologici in paesi emergenti selezionati vengono ponderate incrementalmente sia da investitori privati che istituzionali”. T.U. Michael Sieg, presidente e CEO del Gruppo ThomasLloyd, commenta così il risultato. “In questo contesto ci consideriamo come precursori e costruttori di ponti per solidi progetti infrastrutturali in Paesi e regioni la cui trasformazione verso un’economia sostenibile promette il massimo impatto nella lotta contro il cambiamento climatico”.

Comunicato stampa (PDF): L’impact asset manager ThomasLloyd registra un nuovo picco di finanziamento di progetti propri sul clima

 

02.2020

Dopo l’approvazione edilizia cominciano i lavori per una centrale solare da 75 MW nell’Uttar Pradesh

Londra, Zurigo, 28 febbraio 2020. ThomasLloyd rende noto che la società di portafoglio SolarArise India Projects Private Limited (“SolarArise”) ha concesso a Jakson Limited la prima parte di un appalto (Notice To Proceed, NTP) per l’inizio della costruzione della nuova centrale solare da 75 MW nell’Uttar Pradesh.

SolarArise ha impartito a Jakson l’incarico di Engineering, Procurement and Construction (EPC). Il partner EPC appronterà in un primo momento la progettazione e il dimensionamento della sottostazione elettrica sulla sede del progetto e successivamente mobiliterà il personale per l’inizio dei lavori. Al momento gli sforzi si concentrano sull’analisi del terreno, topografia, rilevamenti delle vie di trasporto e verifiche dell’infrastruttura elettrica.

Per il progetto da 75 MW SolarArise ha sottoscritto documenti di finanziamento del progetto con Power Finance Corporation Limited, un’azienda del Governo indiano e principale finanziatore indiano nel settore energetico.

La società ha sottoscritto anche il contratto con JA Solar relativo alla fornitura di moduli Mono-PERC.

Comunicato stampa (PDF): Inizio dei lavori per una centrale solare da 75 MW nell’Uttar Pradesh dopo l’approvazione edilizia.

 

02.2020

ThomasLloyd organizza il primo “Simposio sugli investimenti in India”

Nuova Delhi, 5 febbraio 2020. Il 3 e 4 febbraio 2020 a Nuova Delhi ha avuto luogo il primo “Simposio sugli investimenti in India” avviato da ThomasLloyd.

Dal punto di vista tematico, il simposio si è occupato di investimenti europei a supporto del potenziamento attuale e futuro dell’infrastruttura sostenibile e delle energie rinnovabili in India. I partecipanti sono stati, oltre ai 120 delegati europei, anche rappresentanti delle Alte Commissioni e delle ambasciate di Gran Bretagna, Svizzera e Repubblica ceca. Hanno parlato come relatori davanti al pubblico:

  • Shri Nitin Gadkari, ministro di gabinetto della Union, ministro indiano dei trasporti e delle autostrade, nonché delle piccolissime, piccole e medie imprese
  • Shri Raj Kumar Singh, ministro del Ministero per le energie nuove e rinnovabili
  • Amitabh Kant, CEO di “National Institution for Transforming India” (NITI Aayog)

Infine, i delegati hanno fatto visita alla centrale solare, che rientra nel portafoglio di ThomasLloyd, nello Stato federale del Maharashtra.

Comunicato stampa (PDF): ThomasLloyd organizza il primo “Simposio sugli investimenti in India”

Download immagini: ThomasLloyd Indian Investment Symposium 2020

 

01.2020

Il successo del solare in India è donna. Ne è un esempio la nostra collega Tanya Singhal

Tanya Singhal, Direttrice e fondatrice di SolarArise, operatore indiano nel campo del solare, di cui ThomasLloyd detiene una partecipazione significativa, è una delle donne di maggior successo nel settore solare in India. Tanya si ritrova non solo sulla copertina di EQ di dicembre “Women in Solar”, la rivista indiana leader nel settore dell’energia solare, ma alle pagine 6 e 7 descrive anche la sua carriera. Inoltre incoraggia altre donne: “As the solar sector continues to make our world a better place, I hope more women will join to lead this journey!”

Leggere l’articolo online
Qui trovate l’edizione di “Women in Solar” in formato PDF

11.2019

ThomasLloyd nell’Elite Report 2020 dell’Handelsblatt

Questa settimana l’Handelsblatt ha pubblicato l’Elite Report 2020 una pubblicazione straordinaria che tra l’altro si concentra sul tema della digitalizzazione delle società di gestione patrimoniale. Accanto a molti altri leader del settore, ThomasLloyd, con la sua gestione patrimoniale di beni sostenibili, viene esplicitamente menzionata, e al contempo ne viene sottolineata la posizione rilievo nel settore dell’impact investing, come unico gestore patrimoniale che non solo persegue obiettivi monetari, ma anche ecologici e sociali.

“Le persone facoltose lasciano gestire il proprio denaro da banche private e universali, gestori patrimoniali e family offices. Sempre più spesso avvalendosi di strumenti digitali, questo è il risultato del Global Wealth Management Research Report 2019 della società di revisione e consulenza EY”, queste le parole durante l’introduzione di questo rapporto informativo sulla crescente digitalizzazione del wealth management.

In particolare vengono messe in risalto le grandi sfide poste ai settori: per tutti gli operatori si tratta più che mai di anticipare le mutevoli esigenze tecnologiche e personali dei loro clienti, di puntare sempre più su strumenti digitali nel settore della gestione patrimoniale e quindi di sfruttare le opportunità di mercato ad essa connesse.

Contributo di ThomasLloyd nell’Handelsblatt

09.2019

L’impianto fotovoltaico da 27 MW a Karnataka avvia l’attività commerciale

Londra, Zurigo, 18 settembre 2019. ThomasLloyd ha annunciato oggi, 8 agosto 2019, che una delle sue società portafoglio, SolarArise India Projects Private Limited (“SolarArise”), ha messo in servizio un impianto fotovoltaico da 27 megawatt (“MW”) a Kerehalli Village, Koppal District, nello Stato federale indiano Karnataka.

Per la nuova centrale solare, gestita da Talettutayi Solar Projects Two Private Limited, una società veicolo fondata da SolarArise, è stato stipulato un contratto venticinquennale di acquisto di energia elettrica (Power Purchase Agreement, “PPA”) con la Bangalore Electricity Supply Company Limited (BESCOM), uno dei clienti statali valutati “A” dall’agenzia di rating indiana ICRA. Si prevede che l’impianto nello Stato federale indiano Karnataka genererà circa 47 milioni di kilowattora (kWh) di energia pulita all’anno.

Nandita Sahgal Tully, Managing Director Merchant Banking di ThomasLloyd: “La messa in funzione della centrale solare in questa ubicazione è un’importante pietra miliare sulla strada verso l’approvvigionamento di energia elettrica generata dal solare destinata a circa 42.000 persone nella regione Karnataka. Siamo orgogliosi di aver preso parte a questo progetto che supporta gli obiettivi dell’India per un approvvigionamento di energia pulita nel futuro”.

A nome del Management, il fondatore e responsabile del progetto Anil Nayar ha spiegato: “Grazie alla stretta collaborazione tra il nostro team di esperti e i partner contraenti siamo riusciti a mettere in servizio questo progetto tre mesi prima della conclusione prevista. E’ importante che i nostri team si perfezionino continuamente al fine di consegnare ogni nuovo progetto puntualmente e fornendo un’elevata qualità per mantenere a lungo termine la qualità dei nostri progetti”.

Comunicato stampa (PDF)

08.2019

ThomasLloyd consegue un’ottima prima valutazione nell’UN PRI Assessment Report 2019

Zurigo, 30 settembre 2019. In qualità di firmatario degli UN Principles for Responsible Investment (UN PRI) ThomasLloyd si è sottoposta per la prima volta a una valutazione della sua attività di investitore da parte di UN PRI. Sono state valutate due categorie “Strategy & Governance” e il punto focale degli investimenti “Infrastruttura” e messe a confronto con membri del settore. Il rating del principale gruppo indipendente al mondo per l’investimento responsabile è eccellente: sin dall’inizio abbiamo ottenuto una B nella categoria “Strategy & Governance” (su una scala decrescente di A+, A, B, C, D, E) con 21 punti su 30, e addirittura il punteggio massimo di A+ nel settore delle infrastrutture con 29 punti su 30. Ulteriori dettagli si possono desumere dal Report completo. Gli obiettivi specifici e la metodologia della valutazione periodica possono essere reperiti in questo link.

UN PRI Assessment Report 2019 (PDF)

07.2019

LuxFLAG Environment Label per ThomasLloyd SICAV – Sustainable Infrastructure Income Fund (SIIF)

Londra, Zurigo, 11 luglio 2019. Il ThomasLloyd SICAV – Sustainable Infrastructure Income Fund (SIIF) ha reso oggi noto di aver ottenuto il marchio ambientale da LuxFLAG, un’agenzia indipendente lussemburghese di certificazione finanziaria. Il fondo di investimento alternativo (FIA) di tipo aperto ha sede in Lussemburgo ed é strutturato come SICAV SA (UCI Part II), soggetto al regime depositario OICVM direttiva V. Il SIIF è il primo fondo infrastrutturale aperto al mondo completamente regolamentato, disponibile alla sottoscrizione da parte di investitori privati e istituzionali in 26 classi di azioni. Sono a disposizione nove valute in classi di azioni cumulative o a distribuzione.

La strategia di investimento di ThomasLloyd, orientata all’impatto si basa su un processo pluripremiato a livello internazionale e si orienta a un numero crescente di investitori globali alla ricerca di investimenti di capitale che garantiscano risultati, oltre che economici, anche ecologici e sociali. Il fondo offre per la prima volta agli investitori privati e professionali l’accesso a una classe di investimento che finora era accessibile solo a pochi investitori istituzionali con sufficiente competenza relativa a questo settore. Dall’introduzione del portafoglio nel gennaio 2011, la strategia di investimento ha conseguito rendimenti annui a due cifre con una ridotta volatilità.

LuxFLAG è stata fondata nel 2006 con l’obiettivo di promuovere la raccolta di capitali per il settore finanziario sostenibile. Tra i soci fondatori dell’organizzazione si annoverano rinomati istituzioni come il Governo lussemburghese, l’Associazione dell’industria del fondo lussemburghese (ALFI), l’Associazione bancaria lussemburghese (ABBL), l’Appui au Développement Autonome (ADA), la Banca europea per gli investimenti (BEI), Luxembourg for Finance e la Borsa del Lussemburgo (LSE). Per qualificarsi per il marchio ambientale LuxFLAG, i fondi di investimento devono disporre di un portafoglio di investimenti di cui almeno il 75% è destinato a settori rilevanti dal punto di vista ambientale.

Michael Sieg, Presidente e CEO del Gruppo ThomasLloyd, ha commentato: “Siamo lieti del conferimento del marchio ambientale LuxFLAG come ulteriore riconoscimento del nostro impegno per gli investimenti responsabili in infrastrutture sostenibili. Ora gli investitori privati potranno trarre vantaggio della nostra competenza nella classe di investimento delle infrastrutture in continua in evoluzione e con il supporto di LuxFLAG aumentare considerevolmente le quote ESG nei loro portafogli di investimento”.
Sachin Vankalas, Direttore generale di LuxFLAG: “Siamo lieti di comunicare che ThomasLloyd SICAV – Sustainable Infrastructure Income Fund ha ottenuto il marchio LuxFLAG Environment Label. Il marchio LuxFLAG Environment Label è riconosciuto per i suoi elevati standard e per la rigorosa valutazione delle strategie di investimento dei fondi dei richiedenti e l’integrazione dei criteri ESG nel processo di investimento e per la garanzia di trasparenza nei confronti degli investitori – tutti criteri importanti per il conferimento del LuxFLAG Environment Label”.

Per saperne di più

Comunicato stampa (PDF)

06.2019

Nandita Sahgal Tully, Managing Director di ThomasLloyd, è stata inclusa nell’elenco delle “100 persone più influenti nelle relazioni tra Regno Unito e India”

Londra, 24 giugno 2019. Nandita Sahgal Tully, Managing Director Merchant Banking, attiva dall’ufficio londinese di ThomasLloyd, è una delle “100 persone più influenti nelle relazioni tra UK e India”.
In occasione del ricevimento di lunedì sera nella Camera dei comuni britannica nell’ambito della settimana dedicata alle relazioni tra Regno Unito e India, che si tiene nella House of Parliament di Londra, è stata premiata da India Inc.

Nandita Sahgal Tully lavora in ThomasLloyd dal 2017 e dirige gli investimenti del Gruppo ThomasLloyd in India. Nel 2018 ha guidato il primo investimento di ThomasLloyd nelle energie rinnovabili in India: l’investimento in SolarArise India Projects Pvt Ltd., sviluppatore e gestore di progetti in energia solare connessi alla rete in India con sede a Nuova Delhi. La signora Sahgal Tully è altresì membro del consiglio di amministrazione del Gruppo e presidente del comitato di revisione dello UK India Business Council (UKIBC).

La pubblicazione di India Inc. “100 Most Influential in UK-India Relations” presenta ogni anni i pionieri, precursori e opinionisti che guidano il cambiamento globale nella partnership di successo tra India e Gran Bretagna.

La terza edizione pone l’accento sulla diversità di genere, onorando per la prima volta solo le donne più influenti nella pubblicazione “100 Most Influential in UK India Relations” e riconoscendo il loro impegno nel rivestire un ruolo decisivo nella partnership di successo tra Gran Bretagna e India.

Per ThomasLloyd Nandita Sahgal Tully ha commentato: “E’ un onore aver ricevuto un riconoscimento da India Inc. ed essere stata inclusa, accanto ad altre donne straordinarie, nell’elenco delle 100 donne più influenti dell’anno”.

 

Qui potete vedere e scaricare la pubblicazione “100 Most Influential in UK India Relations”.

Tutti i dettagli relativi alla UK-india Week 2019 sono reperibili qui.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. Weitere Informationen

Die Cookie-Einstellungen auf dieser Website sind auf "Cookies zulassen" eingestellt, um das beste Surferlebnis zu ermöglichen. Wenn du diese Website ohne Änderung der Cookie-Einstellungen verwendest oder auf "Akzeptieren" klickst, erklärst du sich damit einverstanden.

Schließen